La Formula segreta

Nel febbraio 1535, durante una sfida matematica, Niccolò Tartaglia trova una formula capace di risolvere diversi tipi di equazioni cubiche. La sua notorietà cresce, mentre i più valenti studiosi cominciano a capire l’enorme portata del risultato raggiunto. A Milano, c’è qualcuno che arde dal desiderio di conoscere questa formula, tenuta ancora segreta. Non si tratta di un personaggio qualunque, bensì di un intellettuale tra i più brillanti e controversi del Cinquecento: il medico, matematico, filosofo, astrologo, mago, taumaturgo, oniromante e giocatore d’azzardo Gerolamo Cardano…

Brescia, febbraio 1512. Le truppe francesi di Luigi XII invadono la città, saccheggiandola e massacrandone gli abitanti. Nel furore degli scontri, un ragazzo dodicenne è colpito da una sciabolata in pieno volto. Per le gravi lesioni subite, resterà balbuziente e sarà sempre conosciuto con il soprannome di Tartaglia. È questo grande matematico, insieme al collega e rivale Gerolamo Cardano, il protagonista di un momento cruciale per la storia della scienza: la scoperta e la disputa intorno alla formula risolutiva per le equazioni di terzo grado, il primo vero progresso dell’algebra dopo un sonno che durava da secoli.

Nel Cinquecento, in Italia, i matematici si affrontavano in pubblici duelli, davanti a folle di spettatori, sfidandosi a risolvere problemi complessi. Dalla vittoria o dalla sconfitta dipendeva la successiva fortuna personale e scientifica dei due avversari. Secondo questa tradizione, Tartaglia e Cardano furono vividi attori – insieme a Scipione Dal Ferro, Ludovico Ferrari e ad altri comprimari – della polemica più feroce che la storia della matematica ricordi.

Fabio Toscano – nel suo maturo stile narrativo, che rende giustizia anche al fascino delle fonti dirette – ricostruisce questo episodio di acerba rivalità e di progresso scientifico: tra Brescia, Venezia, Bologna e Milano, tra successi intellettuali e povertà, giuramenti e tradimenti, astuzie e ingenuità, la storia della più grande contesa matematica dell’epoca.

 

Fabio Toscano, fisico teorico di formazione, è specializzato in Fondamenti e filosofia della fisica presso le università di Bologna e Urbino e in Comunicazione della scienza alla Sissa di Trieste. Svolge attività di divulgazione scientifica per carta stampata, web e televisione. Co-presidente dell’associazione Nuova Civiltà delle Macchine, è membro della direzione scientifica dell’omonima rivista.
 

Autore: 
Fabio Toscano
Pubblicato nel: 
2009
Tradotto in Francese da:
con il titolo: La Formule secrète